Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:30 a 16:00

Le piattaforme abilitanti: il crowdfunding civico [ lb.07 ]

In che modo lo sforzo di intere comunità per finanziare opere pubbliche e attività di restauro del tessuto urbano e sociale può porre in una relazione virtuosa le sfere del privato, del pubblico e dell’impresa in vista di un bene comune che non si limiti ala supplenza della PA in carenza di risorse? Il crowdfunding nella PA non è che un tassello di un più ampio piano di community management, in cui la "raccolta soldi" può essere strategicamente usata come uno strumento per la creazione e il rafforzamento di comunità. Questo crowdfunding civico aiuta la PA a migliorare la trasparenza e l'interazione, assicurando la profilazione del cittadino attivo, degli attori del territorio e delle loro motivazioni e offrendo una piattaforma di partecipazione pro-attiva fino a facilitare una vera e propria revisione dei processi di design dei servizi. Da questa prospettiva nel laboratorio saranno analizzati best practice e progetti innovativi che – a qualche anno dalla sua emersione – interpretano il fenomeno del crowdfunding civico all’interno di un processo piùampio di empowerment dei cittadini.

Gli atti dell'evento sono disponibili qui http://www.forumpa.it/smart-city-exhibition-2015/le-piattaforme-abilitanti-il-crowfunding-civico

Programma dei lavori

Chairperson

Cogo
Intervento di Gianluigi Cogo all'evento "Le piattaforme abilitanti: il crowdfunding civico"
Gianluigi Cogo AD Veneto e responsabile del progetto #pmicloud Biografia Vedi atti

Da anni facilita i processi che sfruttano le nuove tecnologie e diffonde la cultura digitale nella PA. 

In rete dai primissimi anni '90, a Venezia fonda la prima rete civica 'Venice On-Line' e poi il primo portale cittadino: 'Venezia.Net'.
Verso la fine degli anni '90 fonda, assieme ad altri colleghi, il primo network dei comuni della Provincia di Venezia 'Polo Est' e infine uno dei primi social network italiani: 'Networkingitalia.it'.  Presso la Regione Veneto, dove attualmente si occupa di Agenda Digitale, progetti comunitari e competenze digitali, ha creato la  prima intranet collaborativa 2.0. In ambito di coordinamento fra le regioni italiane coordina il gruppo
interregionale “IoT, big data e smartness”.

Ha sviluppato Ritef, la 'rete delle regioni per l'e-learning' ed è stato fin dai primi anni 2000 uno dei protagonisti del Cisco Networking Academy in Italia.  E' docente a contratto all'Università Ca' Foscari dove tiene il corso  'Social Media' e svolge consulenze per università, ministeri e agenzie
governative per divulgare le dinamiche e i valori della  'collaborazione e della partecipazione'.  Presidente di Assint (associazione per lo sviluppo dell'innovazione e  delle nuove tecnologie), membro dell'esecutivo dell'Istituto per le politiche dell'innovazione, già direttore scientifico del premio eGov e fondatore dell'Associazione Italiana per l'Opengovernment di cui è  stato Segretario Generale.

Attualmente è Digital Champion per la città di Venezia. E' molto attivo in rete con il suo blog: http://webeconoscenza.gigicogo.it e
collabora continuamente con diverse istituzioni per master e corsi sull'Opengoverment-data, Social Media e sistemi di web collaboration.

Autore dei libri "La cittadinanza digitale" e "I siti web della  pubblica amministrazione". "I Social Network per la PA" e "Business Networking", nonchè coautore di "Tecnologie digitali per la comunicazione pubblica".

Chiudi

Atti di questo intervento

01_lb_07_cogo_gianluigi.mp3

Chiudi

Intervengono

Scopelliti
Intervento di Lucia Scopelliti all'evento "Le piattaforme abilitanti: il crowdfunding civico"
Lucia Scopelliti Responsabile Unità Progettazione Economica, Direzione Economia Urbana e Lavoro - Comune di Milano Biografia Vedi atti

Lucia Scopelliti è responsabile del Servizio Smart City presso la Direzione Centrale Politiche del Lavoro, Sviluppo Economico e Università del Comune di Milano.  
Si è laureata con lode in Economia all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.
Ha proseguito la sua formazione nel 2012 con il master in Management e Innovazione delle Pubbliche Amministrazioni presso l'Università Cattolica di Milano e con il Corso di perfezionamento in Management delle Smart Cities presso il Politecnico di Torino.
Dopo un'esperienza a Parigi nell'OCSE presso il Directorate for Employment, Labour and Social Affairs e una a Roma alla FAO come consulente, lavora per il Comune di Milano dal 2009 ed ha maturato esperienza nei settori delle politiche sociali, della social innovation, delle forme di sostegno innovative per lo sviluppo economico e il mercato del lavoro e della sharing economy.
E' autrice di pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e attualmente docente al master in Management e Innovazione delle Pubbliche Amministrazioni presso l'Università Cattolica di Milano.

Chiudi

Allegreni
Intervento di Fabio Allegreni all'evento "Le piattaforme abilitanti: il crowdfunding civico"
Fabio Allegreni Crowd Advisors Biografia Vedi atti
Laureato in Economia Aziendale all’Università Bocconi, è imprenditore, consulente nei media digitali e partner di Crowd Advisors, network di consulenti specializzati nel crowdfunding.
Negli anni 90 ha lavorato in Accenture e per sette anni in Coca-Cola, dove ha ricoperto diversi ruoli nel marketing e nel business development.
Nel 1998, fonda una delle prime start-up internet che viene poi acquisita nel 2000 da WebNext S.p.A. (Gruppo Sper). 
Dal 2002, in qualità di consulente nei media digitali, ha affiancato medie e grandi imprese, soprattutto nei settori media, publishing, turismo, con l'obiettivo di valorizzarne gli asset sfruttando la convergenza di mobile, web, social network e e-commerce.
Con il brand Digital Media Partner ha contribuito da più di 10 anni a progetti di lancio o consolidamento di start-up con le quali collabora sia per la pianificazione strategica e marketing che per il fund raising, anche grazie alla collaborazione con Xandas, società di investimenti specializzata in seed e early stage.
L’evoluzione della digital economy verso la sharing economy lo ha spinto a focalizzarsi sugli strumenti di finanza alternativa, tra cui il crowdfunding. 
E’ editore di Crowdfunding Buzz, il primo magazine online italiano interamente dedicato al crowdfunding nonché co-founder e partner di Crowd Advisors, network di consulenza per il crowdfunding, con cui ha fondato CrowdForum, iniziativa per il sostegno alla PA nell'utilizzo di modelli di finanza alternativa.

Chiudi

Malagnino
Intervento di Fabio Malagnino all'evento "Le piattaforme abilitanti: il crowdfunding civico"
Fabio Malagnino Consiglio regionale - Regione Piemonte Biografia Vedi atti

Giornalista professionista, responsabile Open Government per il Consiglio regionale del Piemonte.

Sono tra gli estensori delle prime leggi italiane su wifi libero e open data, approvate in Regione Piemonte, e presidente del Comitato Torino Digitale, rete di innovatori nata per supportare le amministrazioni locali nello sviluppo digitale.

Chiudi

Agrizzi
Intervento di Agnese Agrizzi all'evento "Le piattaforme abilitanti: il crowdfunding civico"
Agnese Agrizzi Presidente - Ginger Biografia Vedi atti

Presidente e co-fondatrice di GINGER. 

Nasce professionalmente nel fundraising e trova nel crowdfunding una interessante evoluzione della ricerca di finanziamenti per start up e imprese innovative e creative. 
Con GINGER cura la creazione di piattaforme e segue la definizione della strategia di campagne di crowdfunding. La sua attività si focalizza sulla consulenza al project management e alle strategie di marketing e community engagement. 
Nel 2013 ha diretto Un passo per San Luca, la campagna di crowdfunding civico per il Comune di Bologna orientata al restauro del portico di San Luca, uno dei monumenti simbolo di Bologna. Un passo per San Luca ha raccolto oltre 339.000 euro in 12 mesi coinvolgendo più di 7.100 donatori.

Chiudi

Barollo
Intervento di Alessio Barollo all'evento "Le piattaforme abilitanti: il crowdfunding civico"
Alessio Barollo inTerritori Biografia Vedi atti

Architetto dal 2015, si è laureato all’Università IUAV di Venezia nel 2012 con una tesi sull’utilizzo di strumenti crowd (crowdsourcing + crowdfunding) nella pianificazione urbana e con la quale ha vinto il 1° premio al concorso nazionale per tesi di laurea “Si può fare di più”. 

Dopo la laurea collabora all’organizzazione di Crowdfuture 2012 (evento nazionale sul crowdfunding svoltosi a Roma), gestendo un workshop sulla progettazione collaborativa e, nel 2013 organizzando la sessione dell’evento dedicata al civic crowdfunding. Su questo tema scrive poco dopo un report insieme alla dot.ssa Daniela Castrataro, iniziando da qui a girare l’Italia per studiare e informare sulle potenzialità di questo metodo innovativo di progettazione partecipata ed entrando nel direttivo della ICN-Italian Crowdfunding Network, attivandosi nella redazione del blog dell’associazione. Nel 2014 e nel 2015 ha organizzato il Padova FIRST, festival sull’innovazione sociale. Dal 2014 parte collabora con Omeostudio per lo sviluppo di strategie di marketing e comunicazione per aziende, privati e amministrazioni. In contemporanea inizia il suo ruolo di partner con Interritori con il ruolo di social-media manager, e responsabile di strategie di finanziamento collaborative.

Chiudi

Torna alla home